In questo piccolo libro, 100 cult in padella, edito da Altreconomia nel 2013, Elisa Nicoli parla essenzialmente di autoproduzione in cucina. Spiega come autoprodurre il pane, la passata di pomodoro, la marmellata, la pasta, lo yogurt, il formaggio, l’aceto, il latte vegetale, … e in più suggerisce moltissime ricette per riprodurre in casa i classici del cibo industriale. Il più possibile in chiave vegetariana e vegana.

I biscotti Riflessive (Digestive) per colazione; un Dado di frodo (dado vegetale) per il risotto; un VadavialaCheciàp (ketchup) fatto tutto in casa. Ricette base e sfiziosità, con due ingredienti speciali: la manualità e la creatività.

Cibo industriale e fast food hanno abbassato la cultura alimentare e alzato il colesterolo: è ora di “rompere le scatolette” e praticare l’autoproduzione in cucina, per mangiare più sano!

“100 cult in padella” è un manuale per chi è assuefatto ai sapori uniformi o al perverso piacere del junk food e del precotto, dalle chips ai surgelati, ma vuole voltare pentola: 100 ricette per riprodurre a casa i rassicuranti classici del cibo pronto, ma più buoni, più sani e più ecologici. E zero waste. Fidatevi delle imitazioni!

Nel libro trovate le basi della dieta mediterranea (pane, piadina, pasta, passata, pelati, pesto, conserve di verdura, capperi, legumi in vaso, aceto). Poi si passa alla marmellata, lo sciroppo, i sciroppati, i succhi di frutta. Il latte vegetale, lo yogurt, il kefir, il Philadelphia, la ricotta, il formaggio, il burro. Seguono il Ciobar, il Calippo, la cream caramel, i Baci Perugina, il pan di spagna. Autoproduzioni rapidissime come il pane grattato, lo zucchero a velo, le spezie, il soffritto surgelato, il dado, il minestrone surgelato, l’insalata non in busta, la besciamella. Per colazione la Nutella, il müsli, le Gocciole, i Digestive, le Camille, il Nesquik, la pasta frolla. I panini per il burger, il burger vegano, il ketchup, la senape, la maionese, le sottilette, il milk shake, le patatine fritte e le chips. Come snack i Mikado, le gelatine di frutta… e diverse altre ricette, tutte da sperimentare.

Il messaggio – la portata principale non il contorno! – è che il cibo fatto da te è meglio di quello pronto: per il gusto, il portafoglio, l’ambiente. Try this at home!

Copertina del libro "100 cult in padella"

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui