Avete una maglia da cui non riuscite a separarvi? Potete trasformarla in un cappottino per la borsa d'acqua calda.

Avete una maglia a cui tenete molto, ma non potete più mettere perché avete sbagliato qualcosa nel lavaggio oppure perché l’avete riparata tanto che è più rammendi che lana? Nelle lunghe notti d’inverno potreste riutilizzarla in una maniera molto semplice, come cappottino per la borsa dell’acqua calda. Prima isolava voi dal freddo, ora isola la vostra boule e vi evita di scottarvi.

Tempo di realizzazione:  mezz’ora.

1

Materiale:

  • una vecchia maglia infeltrita o bucata (ancora meglio se si tratta della vostra maglia preferita!)
  • un paio di forbici
  • un ago da lana
  • fili colorati di lana
  • borsa dell’acqua calda da ricoprire
Tutti i materiali necessari a rivestire una borsa d'acqua calda con un cappottino di lana.

2

Ritagliate la forma della borsa dell’acqua calda dalla maglia, facendo riferimento alla silouhette della vostra boule. Ricordatevi di lasciare un bordo più largo di qualche centimetro tutto intorno. Conservate il collo del vostro pullover per poterlo farlo poi calzare alla borsa.

Qui si vede come ritagliare il futuro cappottino per la boule, da una vecchia maglia.

3

Rivoltate la maglia al contrario e cucitene il perimetro, escludendo ovviamente il collo. Se lo volete fare a mano armatevi di pazienza e di fili colorati di lana che avrete rinvenuto in giro per casa (possibilmente intonati al vostro pullover). I punti da utilizzare sono a vostra discrezione e capacità. Potete addirittura fare una cucitura di “bellezza” (una volta ovviamente rigirata la maglia), che si veda dall’esterno come nella foto.

Il cappottino cucito e pronto per essere calzato dalla borsa.

4

Una volta finito si mette semplicemente la borsa nella nuova creazione e poi si può affrontare il letto, il gelo, il mal di pancia.

Ecco il cappottino per la boule finito e indossato.

NESSUN COMMENTO. VUOI ESSERE IL PRIMO A CONTRIBUIRE?

Scrivi una risposta