Frutta che comincia ad essere di stagione a novembre, le arance possono essere trasformate in quella che gli inglesi chiamano marmelade. Non quindi una volgare jam, ma l'unica, vera Marmellata di Arance (amare).

Ingredienti:

  • 2 chili di arance amare bio
  • circa 500g zucchero integrale di canna bio equo-solidale (la quantità è assolutamente soggettiva, ma non abusatene)

1

Nella foto si vede lo sbucciapatate che sta pelando la buccia delle arance.

Innanzitutto pulite bene le arance (rigorosamente bio e delle Galline Felici). Io le ho strofinate con una spugna ricavata dall’interno di una luffa, realizzata come da questo articolo. Poi togliete loro la buccia con un pelapatate adatto, evitando di toccare la parte bianca.

2

Le bucce così ritagliate, vanno poi messe a bollire per una ventina di minuti.

Nella foto si vedono le bucce delle arance che bollono.

3

Poi le sminuzzate ad aghetti e le tenete da parte.

Nella foto si vedono le bucce mentre vengono sminuzzate ad aghetti, col coltello.

4

Eliminate ora il resto della buccia e tagliuzzate la polpa, buttando via le parti più dure.

La foto mostra la polpa delle arance mentre viene tagliuzzata.

5

Mettete la polpa in una pentola e passatela col minipimer.

La foto mostra la polpa delle arance pronta per la cottura.

6

Pesate la polpa di arance assieme alle scorzette e aggiungete un 30% del loro peso di zucchero. Poi mettete a cuocere, mescolando frequentemente.

Aggiungete il vostro zucchero, le scorzette e mettete a cuocere, mescolando frequentemente.

La marmellata è pronta col (solito) sistema del piattino: la fate colare su di un piattino e se rimane sufficientemente adesa ad esso, potete invasettarla.

Non dimenticate di usare vasi sterili e tappi nuovi. Ed etichettare il vostro lavorone!

Bolzanina di nascita e cittadina del mondo di adozione. Camminatrice e autoproduttrice professionista. Laureata in scienze della comunicazione, dal 2007 realizza documentari e pubblica libri su tematiche ambientali.

4 COMMENTI

  1. Mia cognata ,che ne ha fatta a quintali , mi ha insegnato a cuocere la frutta la sera finché addensa , a quel punto aggiungere lo zucchero, mescolare, spegnere il fuoco e lasciar riposare fino al mattino…accendere di nuovo il fuoco portare a bollore mescolando e invasare.
    Ciao Elisa .. complimenti !,

  2. Ho fatto la marmellata seguendo le indicazioni della ricetta, ma è venuta eccessivamente aspra (forse gli aranci ancora non completamente maturi?); posso farla ricuocere con altra frutta per renderla meno aspra?
    Un aiuto sarà gradito
    Andrea Corti

    • Ciao! Sarà questione di gusti! Certo, non c’è tantissimo zucchero in questa ricetta… a noi piace così! E di solito la facciamo con le arance amare… che non sono buone da mangiare crude… quindi non dovrebbe essere un problema di maturazione. Puoi sempre ricuocerla aggiungendoci più zucchero, o tagliandola con delle mele?

Scrivi una risposta